Samsung perde quote…ed è “merito” degli smartphone made in Cina!

L'ultima trimestrale Samsung per la divisione mobile si è rivelata una delle peggiori che la big coreana possa ricordare: il profitto del Q2 nel 2014 ha fatto registrare un incredibile -74% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Come potrete facilmente intuire, il calo del colosso sud-coreano non è effettivamente dovuto ad una sola causa; il gigante asiatico è andato via via perdendo quote sempre più importanti dei mercati dove tendenzialmente riusciva ad ottenere i risultati migliori, India e Cina in primis, dove è stata scavalcata nel primo caso da Micromax e nel secondo da Xiaomi.

Un dato che, probabilmente, trova origine nella, non ce ne vogliano i fan Samsung, non eccelsa qualità dei materiali impiegati dal produttore per la realizzazione dei suoi dispositivi e, soprattutto, dai price tag non sempre azzeccati, variabile fondamentale per il buon esito di un prodotto sul mercato.

Xiaomi Redmi Note

Xiaomi come Meizu, Lenovo ed altri, stanno puntellando (in taluni casi anche riuscendoci) il dominio Samsung in tutto il globo, riscontrando ottimi successi di pubblico sia sui segmenti entry-level che su quelli di fascia più alta.

Che ne ve pare? Come pensate si debba muovere Samsung a questo punto? E' solo il primo passo di un lento declino?

[via]